Distributore prodotti Termoidraulici e Industriali

VADEMECUM PER AUMENTARE L'EFFICIENZA DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E RISPARMIARE

VADEMECUM PER AUMENTARE L'EFFICIENZA DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E RISPARMIARE

Con la riaccensione degli impianti di riscaldamento alle porte, qualche accorgimento per dare la giusta efficenza ad i nostri impianti per inquinare di meno e risparmiare.

PRIMO- la sicurezza, ovvero la corretta manutenzione degli impianti, fondamentale per consumare e inquinare meno e per evitare sanzioni . Infatti, un impianto ben regolato e ben manutenuto consuma e inquina meno e chi non effettua la manutenzione prevista dal DPR 74/2013, rischia una multa non inferiore a 500 euro.

SECONDO -  applicare le valvole termostatiche, apparecchiature che aprono o chiudono la circolazione dell’acqua calda nel termosifone e consentono di mantenere costante la temperatura impostata, aiutando a concentrare il calore negli ambienti più frequentati e a evitare sprechi.

TERZO - il controllo della temperatura e l’uso dei cronotermostati, dispositivi elettronici che consentono di regolare temperatura e tempo di accensione in modo da mantenere l’impianto in funzione solo quando si è in casa. Scaldare troppo la casa fa male alla salute e alle tasche: la normativa consente una temperatura di 20-22 gradi, ma 19° sono più che sufficienti a garantire il comfort necessario. Attenzione, inoltre, perché ogni grado abbassato si traduce in un risparmio dal 5 al 10% sui consumi di combustibile. Altra regola importante è il controllo delle ore di accensione.

QUARTO - Schermando le finestre la notte, chiudendo persiane e tapparelle o mettendo tende pesanti, si riducono le dispersioni di calore verso l’esterno. Inoltre è opportuno evitare di apporre ostacoli davanti e sopra i termosifoni, in quanto mettere tende o mobili davanti ai termosifoni o usare i radiatori come asciuga biancheria disperde calore ed è fonte di sprechi.

Attenzione a non lasciare troppo a lungo le finestre aperte: per rinnovare l’aria in una stanza bastano pochi minuti, evitando inutili dispersioni di calore. Altro 'trucco' semplice ma molto efficace per ridurre le dispersioni di calore è quello di installare pannelli riflettenti tra muro e termosifone.

QUINTO - Impianti di riscaldamento innovativi: se l’impianto ha più di 15 anni, conviene valutarne la sostituzione ad esempio con le nuove caldaie a condensazione, le pompe di calore, o con impianti integrati dove la caldaia è alimentata con acqua preriscaldata da un impianto solare termico e/o da una pompa di calore alimentata da un impianto fotovoltaico.

2014 - © D'Orazio Web. All rights Reserved

fides         genio